01

Prove di resistenza al fuoco e di controllo della dispersione del fumo per porte e sistemi di chiusura, finestre apribili e loro accessori costruttivi - Parte 1: Prove di resistenza al fuoco per porte e sistemi di chiusura e finestre apribili

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1634-1:2014

Clienti: GarofoliBragaMethisScrignoL'invisibile by PortarredoOpen.co (Cormo/Cooplegno)3elleCisaIseo

Esistono vari laboratori nel mondo dotati di varie tipologie di forni, dal 3×3 metri al 5×9 metri, in base al tipo di prodotto da testare. I forni sono dei vani in cui sono presenti svariati bruciatori che rispettano una curva normalizzata di riscaldamento della camera. Il prodotto viene posizionato su un supporto normalizzato od associato su di un telaio, e vengono monitorate le perdite di integrità ed isolamento termico. Eventualmente si può anche misurare l’irraggiamento.

02

Prove di resistenza al fuoco e di controllo della dispersione del fumo per porte, sistemi di chiusura, finestre apribili e loro componenti costruttivi - Parte 2: Prove di resistenza per componenti costruttivi

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1634-2:2009

Clienti: Cisa

Questa normativa dedicata agli accessori (cerniere, maniglie, serrature, maniglioni ed altro) consente, con prove in scala ridotta, di dimostrare che l’accessorio non inficia la resistenza al fuoco dell’oggetto porta. Se la porta già testata è all’interno del campo di estendibilità dei risultati di prova, il produttore della porta può applicare l’accessorio senza ripetere il test della porta.

03

Prove di resistenza al fuoco per elementi non portanti - Muri

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1364-1:2002

Clienti: Methis

Esistono vari laboratori nel mondo dotati di varie tipologie di forni, dal 3×3 metri al 5×9 metri, in base al tipo di prodotto da testare. I forni sono dei vani in cui sono presenti svariati bruciatori che rispettano una curva normalizzata di riscaldamento della camera. Il prodotto viene posizionato su un supporto normalizzato od associato su di un telaio, e vengono monitorate le perdite di integrità ed isolamento termico. Eventualmente si può anche misurare l’irraggiamento.

04

Applicazione estesa dei risultati di prove di resistenza al fuoco e/o controllo della dispersione del fumo per porte, sistemi di chiusura e finestre apribili e loro componenti costruttivi

Tipo: Extended application

Standard: UNI EN 15269

Clienti: GarofoliL'invisibile by Portarredo

Questa famiglia di norme, piuttosto numerosa, dà indicazioni su come si possono (o non si possono) modificare i prodotti dopo la prova al di là del campo di applicazione riportato nella normativa di prova.

05

Applicazione estesa dei risultati da prove di resistenza al fuoco - Pareti non portanti

Tipo: Extended application

Standard: UNI EN 15254

Clienti: Methis

Questa famiglia di norme, piuttosto numerosa, dà indicazioni su come si possono (o non si possono) modificare i prodotti dopo la prova al di là del campo di applicazione riportato nella normativa di prova.

06

Classificazione al fuoco dei prodotti e degli elementi da costruzione

Tipo: Norma generale

Standard: UNI EN 13501

Clienti: GarofoliBragaMethisScrignoL'invisibile by PortarredoOpen.co3elleCisaIseo

E’ la norma generale che riporta principalmente le varie classi e performance ottenibili dai prodotti.

07

Prove di resistenza al fuoco per impianti di fornitura servizi - Parte 10: Serrande di controllo dei fumi

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1366-10:2011

Clienti:

La prova delle serrande viene effetutata in vari laboratori nel mondo. I forni sono dei vani in cui sono presenti svariati bruciatori che rispettano una curva normalizzata di riscaldamento della camera. Il prodotto viene posizionato su un supporto normalizzato od associato su di un telaio, e vengono monitorate le perdite di integrità ed isolamento termico.

08

Prove di resistenza al fuoco e di controllo della dispersione del fumo per porte e sistemi di chiusura, finestre apribili e loro componenti costruttivi - Parte 3: Prove di controllo della dispersione del fumo per porte e sistemi di chiusura.

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1634-3:2005

Clienti: Open.coGarofoliBraga

Con questa normativa possono essere effettuate prove con fumi caldi a 200 °C (Sm) e fumi freddi (Sa). Viene valutata la perdita in metri cubi ora per metro di lunghezza del giunto, fatta eccezione per quello inferiore. E’ un tipo di requisito accessorio per molti mercati quali quello inglese, tedesco e per gli emirati arabi.

01

Prove di resistenza al fuoco e di controllo della dispersione del fumo per porte e sistemi di chiusura, finestre apribili e loro accessori costruttivi - Parte 1: Prove di resistenza al fuoco per porte e sistemi di chiusura e finestre apribili

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1634-1:2014

Clienti:

Esistono vari laboratori nel mondo dotati di varie tipologie di forni, dal 3×3 metri al 5×9 metri, in base al tipo di prodotto da testare. I forni sono dei vani in cui sono presenti svariati bruciatori che rispettano una curva normalizzata di riscaldamento della camera. Il prodotto viene posizionato su un supporto normalizzato od associato su di un telaio, e vengono monitorate le perdite di integrità ed isolamento termico. Eventualmente si può anche misurare l’irraggiamento.

02

Prove di resistenza al fuoco e di controllo della dispersione del fumo per porte, sistemi di chiusura, finestre apribili e loro componenti costruttivi - Parte 2: Prove di resistenza per componenti costruttivi

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1634-2:2009

Clienti:

Questa normativa dedicata agli accessori (cerniere, maniglie, serrature, maniglioni ed altro) consente, con prove in scala ridotta, di dimostrare che l’accessorio non inficia la resistenza al fuoco dell’oggetto porta. Se la porta già testata è all’interno del campo di estendibilità dei risultati di prova, il produttore della porta può applicare l’accessorio senza ripetere il test della porta.

03

Prove di resistenza al fuoco per elementi non portanti - Muri

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1364-1:2002

Clienti:

Esistono vari laboratori nel mondo dotati di varie tipologie di forni, dal 3×3 metri al 5×9 metri, in base al tipo di prodotto da testare. I forni sono dei vani in cui sono presenti svariati bruciatori che rispettano una curva normalizzata di riscaldamento della camera. Il prodotto viene posizionato su un supporto normalizzato od associato su di un telaio, e vengono monitorate le perdite di integrità ed isolamento termico. Eventualmente si può anche misurare l’irraggiamento.

04

Applicazione estesa dei risultati di prove di resistenza al fuoco e/o controllo della dispersione del fumo per porte, sistemi di chiusura e finestre apribili e loro componenti costruttivi

Tipo: Extended application

Standard: UNI EN 15269

Clienti:

Questa famiglia di norme, piuttosto numerosa, dà indicazioni su come si possono (o non si possono) modificare i prodotti dopo la prova al di là del campo di applicazione riportato nella normativa di prova.

05

Applicazione estesa dei risultati da prove di resistenza al fuoco - Pareti non portanti

Tipo: Extended application

Standard: UNI EN 15254

Clienti:

Questa famiglia di norme, piuttosto numerosa, dà indicazioni su come si possono (o non si possono) modificare i prodotti dopo la prova al di là del campo di applicazione riportato nella normativa di prova.

06

Classificazione al fuoco dei prodotti e degli elementi da costruzione

Tipo: Norma generale

Standard: UNI EN 13501

Clienti:

E’ la norma generale che riporta principalmente le varie classi e performance ottenibili dai prodotti.

07

Prove di resistenza al fuoco per impianti di fornitura servizi - Parte 10: Serrande di controllo dei fumi

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1366-10:2011

Clienti:

La prova delle serrande viene effetutata in vari laboratori nel mondo. I forni sono dei vani in cui sono presenti svariati bruciatori che rispettano una curva normalizzata di riscaldamento della camera. Il prodotto viene posizionato su un supporto normalizzato od associato su di un telaio, e vengono monitorate le perdite di integrità ed isolamento termico.

08

Prove di resistenza al fuoco e di controllo della dispersione del fumo per porte e sistemi di chiusura, finestre apribili e loro componenti costruttivi - Parte 3: Prove di controllo della dispersione del fumo per porte e sistemi di chiusura.

Tipo: Norma di prova

Standard: UNI EN 1634-3:2005

Clienti:

Con questa normativa possono essere effettuate prove con fumi caldi a 200 °C (Sm) e fumi freddi (Sa). Viene valutata la perdita in metri cubi ora per metro di lunghezza del giunto, fatta eccezione per quello inferiore. E’ un tipo di requisito accessorio per molti mercati quali quello inglese, tedesco e per gli emirati arabi.

Richiedi informazioni sulla certificazione
Resistenza al fuoco


Richiedi informazioni sulla certificazione
Resistenza al fuoco